Il ricordo del “giudice ragazzino” assassinato dalla mafia “Quando moriremo, nessuno ci verrà a chiedere quanto siamo stati credenti, ma credibili“. E’  la frase trovata nei suoi appunti: E’ il testamento spirituale e intellettuale del “giudice ragazzino“, Rosario Livatino, ucciso da quattro sicari della Stidda (una organizzazione mafiosa in contrasto con Cosa Nostra)... Continua »