Vincent van Gogh, “Le rocce” (Rocce con albero di quercia)

Vincent van Gogh, “Le rocce” (Rocce con albero di quercia), 1888 olio su tela. Museo delle Belle Arti, Houston, Texas, Stati Uniti d’America.

 

“Le rocce” (Rocce con albero di quercia) di Van Gogh è stato dipinto nel 1888 ad Arles. In quell’anno, l’artista ha disegnato molto. Dipinse questo paesaggio sulle montagne vicino ad Arles.

La composizione della foto è molto interessante. Quasi la metà della tela è occupata da un’alta collina. La parte superiore è riservata al cielo e alla giovane quercia.

Van Gogh dipinge un albero quasi nel mezzo, tra i bordi destro e sinistro dell’immagine, e conduce da vicino al suo bordo superiore. Pertanto, viola i canoni classici della composizione, ma ciò non sorprende, poiché tutta la sua arte era innovativa.

Il paesaggio è dominato da colori freddi. Le sfumature blu e rosa del cielo sono trasmesse in modo molto armonioso. Quasi tutto il fogliame dell’albero è scritto in blu e blu oltremare. Gli stessi colori spiegano i contorni e le parti in ombra di massi pesanti.

Una tale predominanza di colore blu trasmette bene l’atmosfera, dando l’impressione di ariosità.

L’atteggiamento dell’artista nei confronti della natura selvaggia è espresso nel suo modo di dipingere. Il paesaggio è dipinto con pennellate nitide ed energiche. Van Gogh non mescolava i colori sulla tavolozza, applicando colori puri direttamente sulla tela.

L’immagine è letteralmente permeata dall’atmosfera di natura incontaminata. Van Gogh  trasmette la bellezza selvaggia e il mistero di un angolo incontaminato.

Precedente Ivano Fossati - C'è tempo Successivo "Ecce Homo" di Hieronymus Bosch