È la molla della vita, il coraggio – Oriana Fallaci

Oriana Fallaci

ORIANA FALLACI, tratto da Insciallah (Milano, Rizzoli 1990).

È la molla della vita, il coraggio.
Accendemmo il fuoco perché avemmo il coraggio.
Uscimmo dalle caverne e piantammo il primo seme perché avemmo coraggio.
Ci gettammo in acqua e poi in cielo perché avemmo coraggio.
Inventammo le parole e i numeri, affrontammo le fatiche del pensiero, perché avemmo coraggio.
La storia dell’Uomo è anzitutto e soprattutto una storia di coraggio : la prova che senza il coraggio non fai nulla, che se non hai coraggio nemmeno l’intelligenza ti serve.
E il coraggio ha molti volti : il volto della generosità, della vanità, della curiosità, della necessità, dell’orgoglio, dell’innocenza, dell’incoscienza, dell’odio, dell’allegria, della disperazione, della rabbia, e perfino della paura cui rimane spesso legato da un vincolo quasi filiale.
Però esiste un coraggio che non ha niente a che fare con quei tipi di coraggio : il coraggio cieco e sordo e illimitato, suicida, che nasce dall’amore.
Non ha confini il coraggio che nasce dall’amore e per amore si realizza.
Non tiene conto di alcun pericolo, non ascolta nessuna forma di raziocinio.
Pretende di muovere le montagne e spesso le muove.

Precedente W. A. Mozart - "Allegro", dal "Concerto per violino e orchestra n.4 in Re maggiore K.218" Successivo Mina - Se telefonando