Madonna col Bambino e sei angeli (Madonna della melagrana) di Botticelli

La Madonna della melagrana è un dipinto a tempera su tavola (diametro 143,5 cm) di Sandro Botticelli, datato 1487 e conservato nella Galleria degli Uffizi a Firenze.

Attorno al dipinto è una cornice lignea tagliata con gigli dorati su fondo turchino, ritenuta originale perché citata in un inventario antico; un documento, oggi disperso, collegava il dipinto alla committente dei Magistrati di Camera, che avevano la loro sede in Palazzo Vecchio.

La presenza dei gigli e il colore azzurro del fondo sulla cornice confermerebbero sia l’antica collocazione sia la committente. Se confrontata con l’altra Madonna inserita in un tondo (Madonna del Magnificat, Firenze, Galleria degli Uffizi), risulta evidente la maggiore padronanza dello spazio conseguita dal pittore attraverso una ferma collocazione degli angeli attorno a Maria, la variata posizione ed espressione dei personaggi, caratterizzati da scultoree fisionomie, nell’altro dipinto solo accennate.

Il volto di Maria assomiglia molto a quello di Venere e anche qui sono presenti gli attributi tipicamente mariani delle rose e dei gigli, mentre la melagrana che il Bambino tiene in mano vuole eludere alla sua Resurrezione.

 

BIBLIOGRAFIA CONSULTATA PER LA REDAZIONE DI QUESTO ARTICOLO:

I Grandi Maestri dell’Arte: Botticelli, Skira

Precedente “Le tue mani”: bellissima poesia di Louis Aragon Successivo "Annunciazione delle Murate" di Filippo Lippi