“Il bacio mancato” di Saffo di Lesbo

Dipinto pompeiano detto “Saffo”

Il bacio mancato

Tramontata è la luna e le Pleiadi,

Simile in tutto agli dèi

mi appare l’uomo che ti siede dinanzi

e ti ascolta così da vicino, mentre

parli con lieve sussurro e ridi amabile:

questa visione mi sconvolge il cuore in petto.

Basta che ti getti uno sguardo e mi si spezza la voce,

la lingua s’inceppa, un fuoco sottile corre sotto la pelle,

gli occhi non vedono più, le orecchie rombano,

un freddo sudore mi scorre, un tremore tutta mi afferra,

sono più verde dell’erba, e poco manca che muoia.

Saffo di Lesbo (Mitilene, 640-570 a.C.)

Precedente Tratto dal libro: "La Massoneria", Scienza, virtù e lavoro, di José Rizal (1861-1896) Successivo "Farfalle libere" ~ Poesia di Alda Merini