“Farfalle libere” ~ Poesia di Alda Merini

“Farfalle libere”


Mangerete polvere,

cercherete d’impazzire

e non ci riuscirete,

avrete sempre il filo

della ragione che vi

taglierà in due.

Ma da queste profonde

ferite usciranno

farfalle libere.

La poesia è anche consolazione. Credere che dalle ferite profonde possano uscire farfalle è uno dei grandi insegnamenti che ci ha lasciato Alda Merini (Milano, 1931 – 2009).

Precedente "Il bacio mancato" di Saffo di Lesbo Successivo "Notturno in Si maggiore op.9 n.3" di Fryderyk Chopin