Dal libro “La bella estate” di Cesare Pavese

“The Harvest” di Vincent Van Gogh. Van Gogh Museum

A quei tempi era sempre festa. Bastava uscire di casa e attraversare la strada, per diventare come matte, e tutto era bello, specialmente di notte, che tornando stanche morte speravano ancora che succedesse qualcosa, che scoppiasse un incendio, che in casa nascesse un bambino, o magari venisse giorno all’improvviso e tutta la gente uscisse in strada e si potesse continuare a camminare fino ai prati e fin dietro le colline
(Cesare Pavese, La bella estate)

Precedente Paestum: volontari friulani trovano reperto del VI secolo AC nei pressi della Basilica Successivo Come mai i piedi di San Pietro sono così consumati?